Le vene varicose conoscono le cause, i sintomi e i trattamenti

Chi non ha mai sentito parlare di vene varicose? Si tratta di vene che, a causa di un'alterazione del flusso sanguigno della regione (periodi di lunga data o seduti, ad esempio) si dilatano e diventano insufficienti in termini di circolazione. Contrariamente a quanto molti pensano, non sono solo un problema estetico. Possono causare dolore e aumentare il rischio di circolatorio.

cause


Possono verificarsi in qualsiasi vena del nostro corpo, ma la più comune è l'incidenza nelle gambe e nei piedi. Prima di tutto, è necessario tenere presente che, sebbene non sia una regola, i fattori genetici influenzano l'aspetto delle vene varicose. Questo è più spesso perché le vene fragili possono essere un tratto ereditato dalla loro famiglia e sono più inclini alla dilatazione nel corso degli anni.
Inoltre, gli studi hanno indicato una maggiore incidenza nelle donne, specialmente durante la gravidanza o se sono molto sovrappeso. Tuttavia, le vene varicose che appaiono durante la gravidanza tendono a normalizzarsi entro 3 mesi a 1 anno dopo il parto. Anche le persone che trascorrono molto tempo nello stesso posto tendono a essere maggiormente colpite.
Altre malattie più gravi possono anche essere collegate all'insorgenza di vene varicose, come problemi al fegato, insufficienza cardiaca o liquido addominale. Anche la storia delle fistole e della trombosi aggravano i rischi.
Danni a vene più profonde I coaguli di sangue e alcuni tipi di tumori aggravano anche i rischi delle vene varicose. Se fai parte del gruppo a rischio, sii consapevole dei segni del tuo corpo. Anche coloro che già soffrono del problema, si allenano regolarmente e indossano calze a compressione spesso aiutano ad alleviare i sintomi e impediscono che la condizione si trasformi in problemi più gravi.
La prevenzione può essere effettuata attraverso uno stile di vita più sano, l'assunzione di fibre, l'esercizio fisico e il consumo ridotto di sodio (sale). Evitare tacchi molto alti, scarpe molto strette e rimanere nella stessa posizione per lungo tempo sono anche misure preventive appropriate. Se sei già geneticamente predisposto ad avere vene varicose, solleva le gambe quando possibile.

sintomi

I sintomi possono variare notevolmente da persona a persona. Ci sono quelli che non sentono alcun fastidio, basta notare l'aspetto di vene voluminose e tortuose sotto la pelle. Ma ci sono casi in cui le gambe si gonfiano, prurito, prurito o brucia, i sintomi che di solito vengono accompagnati da una sensazione di peso nelle gambe alla fine della giornata. Nei casi più gravi, possono causare ritenzione di liquidi, specialmente negli arti inferiori. Il gonfiore, in questi casi, viene accompagnato da forte dolore, scurimento e secchezza della pelle attorno alle caviglie.
I rapporti confermano che i sintomi tendono a peggiorare nel periodo mestruale, poiché i livelli ormonali del corpo cambiano in quel momento.

trattamento

Qualsiasi cambiamento considerevole nel nostro corpo, come l'aspetto delle vene varicose, ad esempio, presuppone la necessità di cercare un medico, che richiederà i test necessari per la diagnosi e il trattamento. Il medico generico ti rimanda ad un angiologo o chirurgo vascolare che è il professionista che farà la diagnosi, sulla base di test e dei loro precedenti.
Quindi, andare alla consultazione con alcune informazioni in mente, perché il medico chiederà i sintomi che presenti e per quanto tempo hanno iniziato a comparire, i dolori e se c'è qualcosa nella tua vita quotidiana che migliora o allevia i sintomi.
Mantieni un elenco dei farmaci senza prescrizione che stai assumendo. Il medico indagherà potrebbe porre domande relative ai fattori genetici che hanno portato allo sviluppo del problema. In ogni caso, cerca di essere il più sincero e chiaro nelle risposte, perché una buona diagnosi è ciò che ti aiuterà nell'indicazione del trattamento appropriato che ti porterà ad una tranquilla ripresa.
Dopo aver eseguito questa analisi primaria dei sintomi, il medico eseguirà un esame fisico, riferendosi all'aspetto della pelle in cui si trovano le vene. Noterai anche segni di gonfiore e ulcere sulla pelle e ti chiederà di fare alcuni movimenti con le gambe e i piedi per osservare i cambiamenti che si verificano in questa immagine. Se si sospetta ancora che il problema delle vene varicose persiste, il medico chiederà ulteriori e più approfonditi test, come ad esempio Ultrasuoni Doppler venoso delle gambe per confermare la diagnosi.

È anche in questa prima consultazione che puoi avere tutti i tuoi dubbi, relativi alle possibili cause, conciliazione con il trattamento di altre malattie croniche e restrizioni e misure che devono essere adottate per alleviare il gonfiore e il fastidio. Non aver paura di chiedere, perché il professionista è lì per guidarti e fare del tuo meglio per la tua salute. Ma ciò sarà possibile solo se si è veramente disposti a prendere i provvedimenti necessari per potenziare gli effetti del trattamento.
Nei casi più lievi, cambiare i piccoli atteggiamenti nella vita di tutti i giorni può fare la differenza. Controllo del peso, esercizio fisico regolare, uso di indumenti più leggeri, alleati per evitare di stare nella stessa posizione per troppo tempo e alzare le gambe quando possibile in grado di alleviare i sintomi ed evitare complicazioni future.
Ci sono anche calze a compressione che facilitano il ritorno venoso, ma guardate bene il marchio al momento dell'acquisto, poiché dovrebbero essere fermi e comprimere delicatamente, mai troppo stretti. Ci sono anche alcuni farmaci usati di continuo che sono solitamente prescritti, ma che non dovrebbero mai essere presi o il loro uso interrotto senza consiglio medico.
Se graffi o tagli la gamba su una di queste vene, è meglio premere il punto con una benda pulita per fermare l'emorragia. La pressione dovrebbe durare 15 minuti e se continua a sanguinare, può essere ripetuta un'altra o due volte. Molto attenta anche alle ulcere della pelle, ai coaguli e alle infezioni della pelle.
Se il tuo caso è più grave, potresti aver bisogno di un trattamento più mirato, come la scleroterapia o anche la chirurgia, che può essere laser, radiofrequenza tra le altre modalità. La cosa importante da tenere a mente è che prima si diagnostica, più facile e più efficace sarà il trattamento..