Valeriana per l'ansia

Nel 21 ° secolo, non possiamo negare che l'ansia è il male del secolo. Colpisce la maggior parte dei brasiliani, dalla loro pre-adolescenza, e se non curati può durare per tutta la vita. Non stiamo parlando di una semplice ansia per una festa, una nascita o una data importante; ma su un'ansia irragionevole ed esagerata per una varietà di ragioni, e spesso piccole. L'ansia a livello preoccupante può causare mancanza di respiro, battito cardiaco accelerato, perdita di sonno o sonno povero. Pertanto, in alcuni casi, la ricerca di un aiuto medico è fondamentale ed estremamente importante, ma non si dovrebbe ignorare la medicina naturale e la sua saggezza.

Foto: riproduzione

Una pianta molto efficace a questo riguardo è la valeriana (Valeriana officinallis).  impara come agisce in caso di ansia e scommetti su di lei!

proprietà

Le principali proprietà della pianta di valeriana sono:

  • sedativo;
  • calmante;
  • Soníferas;
  • rilassante.

Inoltre, oltre alle proprietà di cui sopra - che sono fondamentali per ridurre l'ansia - la valeriana agisce anche come antispasmodica e anticonvulsivante.

benefici

Il consumo regolare di valeriana diminuisce il tempo che l'individuo impiega per addormentarsi; migliora la qualità del sonno; calma e rilassa i muscoli. È indicato anche per coloro che soffrono di epilessia, stress, insonnia e persino per coloro che smettono di fumare. La ragione di tanti benefici è che la pianta di valeriana agisce nell'organismo come un ansiolitico, cioè genera un senso di pace nel momento in cui interagisce con il corpo. Quindi, oltre alle indicazioni già citate, alcuni ritengono importante anche abbandonare le droghe in cui le persone diventano dipendenti senza che il loro corpo continui a averne bisogno. Sottolineiamo, tuttavia, che nessun trattamento deve essere iniziato o interrotto senza assistenza medica e follow-up.

Controindicazioni ed effetti collaterali

Il consumo della pianta di valeriana è controindicato per le persone allergiche o ipersensibili; donne incinte; le donne nella fase di lattazione; bambini sotto i dieci anni e persone in situazione preoperatoria. Il suo consumo in grandi dosi o senza monitoraggio medico può generare effetti collaterali, essendo: indisposizione gastrointestinale; mal di testa; vertigini; le allergie; dilatazione della pupilla; stanchezza; mani tremanti; sonnolenza; oppressione al petto e disturbi cardiaci.

Come usare?

Portare al fuoco un litro di acqua filtrata, insieme a 20 grammi di pianta di valeriana. Lasciare bollire per 10 minuti, quindi spegnere il fuoco e abbassare la ciotola. Quando la temperatura è calda, addolcisce e assorbe il tè alla valeriana. Ripeti la procedura due volte al giorno, secondo le indicazioni fornite dal medico per il tuo caso specifico.