Il triptofano sa tutto di questo aminoacido e dei suoi benefici per la salute

Il triptofano è stato recentemente evidenziato dalla sua capacità di controllare l'appetito e ridurre il desiderio di mangiare dolci, ed è spesso associato alla perdita di peso.
Tuttavia, questa è solo una delle azioni che questo amminoacido essenziale può avere nel corpo. Porta molti altri benefici per la salute e la qualità della vita, come il miglioramento dell'umore e un sonno più tranquillo.
Se non hai mai sentito il termine triptofano nella tua vita, leggi questo post e sii meravigliato di tutto ciò che questa sostanza ha da offrire. Dai un'occhiata!

1. Che cos'è e come funziona?


il triptofano o L-triptofano è uno dei nove amminoacidi classificati come essenziali, cioè il corpo non può sintetizzare e che deve essere ottenuto attraverso il cibo.
Si trova nelle proteine ​​di origine vegetale e animale ed è necessario per la formazione di varie proteine ​​nel nostro corpo, oltre alla vitamina B3 (niacina) e ai neurotrasmettitori serotonina e melatonina.
Quando viene assorbito dal corpo attraverso la dieta, il triptofano subisce una serie di conversioni molecolari fino a quando non viene trasformato in serotonina e melatonina dal cervello e in niacina dal fegato.
La serotonina è responsabile del controllo dell'umore e dell'appetito, mentre la melatonina agisce sulla regolazione del sonno. La niacina aiuta a bilanciare il sistema nervoso e la salute della pelle..

2. Vantaggi del triptofano

Come abbiamo detto prima, il triptofano ha diversi benefici per la salute. Conosci alcuni:
  • Migliorare il sonno: attraverso la sintesi della melatonina, l'ormone del sonno. Alcuni studi suggeriscono l'uso del triptofano per il trattamento di insonnia o sonno irrequieto, poiché non causa dipendenza, a differenza di altri farmaci per questo scopo;
  • Riduce l'ansia e lo stress: Oltre ad essere associato alla produzione di serotonina nel corpo, ormone che migliora l'umore e fornisce una sensazione di rilassamento e piacere, il triptofano può anche ridurre la secrezione di cortisolo, l'ormone dello stress;
  • Stimola il rilascio dell'ormone della crescita (GH): la concentrazione di triptofano nel sangue stimola una maggiore produzione e secrezione dell'ormone GH, che promuove la formazione della massa ossea, la sintesi proteica e l'ipertrofia muscolare;
  • Rende peggio i sintomi della sindrome premestruale: la causa principale della sindrome premestruale può essere il declino della serotonina osservato nel periodo. L'integrazione di triptofano può aiutare a controllare l'umore, l'ansia e le variazioni di tensione;
  • Trattamento della depressione: l'integrazione di triptofano aumenta la produzione di serotonina, favorisce la stabilizzazione dell'umore e il trattamento della depressione, essendo un'alternativa meno aggressiva rispetto ai farmaci antidepressivi;
  • Miglioramento delle prestazioni fisiche: questo amminoacido può aumentare le prestazioni dell'individuo nelle attività fisiche, poiché aumenta la forza e la resistenza, oltre a diminuire la percezione della fatica.

3. Ma per quanto riguarda la perdita di peso? Il triptofano è davvero dimagrante?

No, il triptofano non perde peso. Ma può essere un potente complemento alla perdita di peso se combinato con una dieta equilibrata.
Funziona come segue: di solito quando siamo tristi, stressati o ansiosi, vogliamo consumare zuccheri e carboidrati. Questo accade perché i livelli di serotonina nel corpo sono bassi e il corpo ha bisogno di bilanciarli.
Il modo più veloce per farlo è ottenere il triptofano per la produzione di serotonina aumentando i tassi di insulina. E qual è il modo migliore per aumentare i livelli di insulina? Attraverso alimenti ricchi di carboidrati raffinati, possiedono una rapida assimilazione e sono facilmente convertiti in glucosio. Ed è in quel momento che abbiamo quella volontà di mangiare un'intera tavoletta di cioccolato e altri cibi più calorici.
Quindi, se si mantiene una dieta sana ricca di triptofano o anche una supplementazione di questo amminoacido, il tuo corpo non dovrà passare attraverso questo circolo vizioso ogni volta che hai bisogno di regolare la serotonina del tuo corpo.
Il risultato è che inizi a sentire meno fame, a controllare l'appetito.
Un altro vantaggio di questo amminoacido relativo alla perdita di peso è la produzione di melatonina, ormone del sonno. Oggi, è noto che esiste una relazione tra una notte male dormita e l'aumento di peso.
È durante il sonno che produciamo la leptina, un ormone responsabile dell'invio di segni di sazietà al cervello. E per aiutare, poco o nessun sonno rilascia ghrelin, che stimola l'appetito.
Pertanto, il triptofano agisce indirettamente nel controllo di questi ormoni attraverso la melatonina, interferendo con l'appetito e controllando la fame edonica, meglio nota come ghiottone.

4. Principali fonti di triptofano


Come abbiamo detto, il triptofano è un amminoacido essenziale, cioè non è sintetizzato dal corpo e si trova nel cibo. Ecco alcuni di loro:
  • pesce: principalmente sardine, salmone, tilapia, trota, sugarello e merluzzo. Altri frutti di mare sono anche fonti di triptofano, come granchi, polpi e gamberetti;
  • Semi e noci: Il clou qui sono i semi di zucca, il mondo più triptofano. Ma sono anche la fonte dell'aminoacido chia e sesamo;
  • semi di soia: i semi di soia sono fonti di triptofano sia nella loro in natura come nei derivati, come il tofu, il latte o il tempeh;
  • formaggio: non solo i formaggi, ma i latticini in generale sono una buona fonte di questo amminoacido;
  • uccelli: highlight per pollo e tacchino, che oltre al triptofano ricco, ha un basso contenuto di grassi;
  • cereali: gli integrali sono fonte di fibre, vitamine, minerali e triptofano. Tra i principali, avena, germe di grano e grano saraceno.
  • uovo: Ottima fonte di triptofano, ma attenzione alle calorie e al colesterolo;
  • legumi: in questo gruppo spiccano i fagioli, principalmente il bianco, il carioca e il nero;
  • frutti: Rispetto ad altri gruppi alimentari, i frutti hanno livelli più moderati di triptofano. Evidenzia per avocado, kiwi e banana.
Oltre al cibo, il triptofano può essere trovato in capsule come supplemento. Ma non dovrebbe essere ingerito senza la raccomandazione di un professionista, soprattutto perché le dosi variano molto a seconda del sesso, dell'età e dello stato fisico.
Inoltre, può interagire negativamente con alcuni farmaci, come antidepressivi e sedativi, oltre a essere controindicato per le donne incinte e i neonati. Consultare sempre il medico.
Pronto per inserire il triptofano nella tua dieta e goderne i benefici?
Vedi anche:
  • Prodotti naturali per perdere peso
  • Come si fa a rieducare il cibo? Suggerimenti e menu
  • Detox intelligente: 4 kg in una settimana!