Viola - Vantaggi e proprietà

Il nome viola e scientifico Viola odorata, è una pianta macinata che ha le foglie arrotondate e, alla fine di un lungo gambo, un fiore blu dall'odore gradevole. Appartenente alla famiglia delle violacee, questa pianta è di origine europea e cresciuta in diversi paesi in tutto il mondo. È ampiamente usato in profumeria, cucina e medicina naturale. Conosciuta anche come viola-di-profumo, viola, viola viola, viola-giardino e altre denominazioni, la pianta è ampiamente coltivata nel nostro paese come ornamentale.

Le foglie e i fiori di viola hanno proprietà medicinali e sono quindi ampiamente utilizzati in omeopatia nella preparazione di formule per il trattamento di vari problemi di salute.

Foto: riproduzione

I benefici e le indicazioni d'uso del violetto

Le proprietà medicinali presenti nelle foglie e nei fiori di questa pianta sono utilizzate per trattare varie malattie tra cui tensione nervosa, esaurimento fisico e mentale, sintomi della menopausa, depressione, isteria, disturbi dell'apparato digerente (come dolore addominale, bruciore di stomaco, gas intestinale, gonfiore, perdita di appetito e altri problemi), tosse, mal di gola, raucedine, febbre, malattie della pelle, tubercolosi, mal di testa, insonnia, bronchite, tra gli altri.

Come sfruttare le proprietà curative della viola?

Il tè alle foglie viola è usato come un leggero lassativo e per il sollievo di irritazioni e infiammazioni a livello di petto, polmone, pelle, gola e lingua.

Il viola è ancora usato localmente, come compresse o cataplasmi nelle cisti del seno e della pelle; sotto forma di patata, viene utilizzato in calli e verruche; sotto forma di gargarismi, per curare mal di gola.

L'infusione di 15 grammi di fiori in 1 litro d'acqua tratta tosse, bronchite, asma, pertosse, morbillo, raffreddore, tonsillite, faringite, laringite, infiammazione e infezioni oculari.

Controindicazioni ed effetti collaterali

La radice viola non può essere consumata perché contiene sostanze tossiche che possono causare vomito e diarrea. Pertanto, solo le sue foglie e fiori sono usati nella medicina naturale. È anche necessario stare attenti con la quantità ingerita, perché, in dosi elevate, può causare gastriti gravi, nervosismo e depressione circolatoria e respiratoria. Le foglie e i fiori di questa pianta sono commestibili e sono anche usati nella preparazione di insalate, tuttavia, solo i professionisti della cucina fanno uso perché l'assunzione nella quantità sbagliata può causare nausea. Ricorda sempre quanto sia importante consultare un medico prima di iniziare qualsiasi trattamento, anche naturale.