Grano di grano saraceno ideale per diete prive di glutine

Il grano saraceno è un cereale che contiene fibre solubili e insolubili che aiutano a ridurre il colesterolo LDL ("cattivo"), bilancia la glicemia e mantiene il flusso sanguigno, previene gli agenti coagulanti e agisce sulla salute dell'intestino. È ricco di flavonoidi, antiossidanti che proteggono il cuore ed è ideale per diete prive di glutine.

È anche un ottimo energizzante. Le fibre rallentano l'assorbimento dei carboidrati complessi presenti nel grano, che mantiene stabile la glicemia. È ancora una ricca fonte di magnesio e manganese, necessaria per il metabolismo dei carboidrati.

Puoi inserire il grano saraceno nella tua dieta per aiutare a bilanciare la digestione. Le fibre mucillaginose (simili alla gomma) lubrificano e leniscono il tratto digestivo. Inoltre, il grano contiene un tipo di fibra non digeribile che agisce come un probiotico, alimentando la flora intestinale.

Foto: depositphotos

Come la maggior parte dei cereali integrali, contiene ormoni vegetali chiamati lignine, che promuovono l'equilibrio ormonale sia negli uomini che nelle donne. Ha proprietà che proteggono dal cancro al seno, dal cancro del colon e da altri tipi di problemi ormono-dipendenti. Aiuta anche a proteggere il sistema cardiovascolare e le malattie delle ossa.

Impara come sfruttare al meglio il grano saraceno

Prepara un delizioso piatto dal grano saraceno. Immergere i semi crudi per 30 minuti, scolarli e bagnarli fino a quando iniziano a germogliare (il grano saraceno arrostito ha un colore bruno-dorato, mentre crudo è bianco o verde brillante).

Puoi usare il grano per fare una farina. Non contiene glutine e può essere utilizzato in pane, torte e biscotti. L'integrale è più scuro perché contiene il guscio e anche una maggiore percentuale di proteine. Questa ricetta è fatta dal grano germinato è ancora più ricco di sostanze nutritive.

Si può anche preparare un porridge. Lascia che i semi si impregnino e germinino per rilasciare le fibre mucillaginose. Mescolare i germogli con yogurt o semi oleosi e frutta.