Sai come scegliere la tua crema solare?

Tutti sono stanchi di sapere che il sole in eccesso è il più grande cattivo per accelerare l'invecchiamento della pelle e il cancro della pelle. Ma quando si tratta di scegliere la protezione solare giorno per giorno, molte persone finiscono per ignorare i fattori più importanti negli acquisti.

La crema solare facciale: la scelta più importante

La faccia è la parte più sensibile al sole. Per il viso in particolare, la cura dovrebbe essere quotidiana - non solo in vacanza o in spiaggia. Il fotoinvecchiamento causato da un'esposizione prolungata al sole diurna provoca rughe, pelle non elastica e macchie solari. Lo sono, questo è il tipo più importante di protezione solare; quello a cui la tua scelta dovrebbe essere più giudiziosa.

Cosa prendere in considerazione al momento dell'acquisto?

Diversi fattori dovrebbero essere valutati nella scelta della migliore protezione solare per il viso, ad esempio, il tipo di pelle, il colore della pelle e quanto ti esponi al sole.

  • Se hai la pelle sensibile, allergia o rosacea, controlla i componenti e scegli uno specifico per la pelle sensibile.
  • Acquista uno in base al tipo di pelle. L'importante è colpire in modo da non intasare i pori della pelle.
  • Guarda per il trucco di protezione solare. I filtri solari brasiliani contengono per lo più come l'agente principale una sostanza chiamata 4-metil benzilidene canfora (4-mbc). Non è sempre facile, ma l'ideale è evitare questa sostanza. Blocca la funzione della tiroide e come risultato l'attività estrogenica cresce insieme al livello di estrogeni. Il 4-mbc viene assorbito attraverso la pelle e innesca una maggiore produzione di estrogeni che è un ormone femminile. Oltre a questi fattori, il 4-metil benzilidene canfora è considerato da molti cancerogeno. Questa sostanza è proibita in molti paesi, ma sfortunatamente è rilasciata in Brasile.
  • Assicurati di avere protezione UVA e UVB. Inoltre, controllare il PPD, che protegge dai raggi UVA. Devi essere informato del valore del PPD nella confezione in modo che protegga anche contro gli UVA (vedi sotto).

Qual è la differenza tra UVA (PPD) e UVB (FPS)?

Il Sun Protection Factor (SPF) è responsabile della protezione della pelle dai raggi UVB. Questi sono i raggi che causano bruciature, bruciore e arrossamento. Questi raggi hanno un'incidenza maggiore durante l'estate, quando le temperature sono più alte e le giornate di sole.

Il fattore di protezione PPD (Scurimento del pigmento persistente), noto anche come PA +++, è responsabile della protezione della pelle dai raggi UVA. A differenza dei raggi UVB, i raggi UVA colpiscono la nostra pelle tutto l'anno, indipendentemente dalla stagione. Questo tipo di radiazioni danneggia la pelle, da lesioni semplici, macchie e persino il cancro della pelle.

Il PPD ideale è di 10. Come regola generale, il PPD dovrebbe rappresentare la metà del FPS. Ad esempio, se il protettore ha il fattore di protezione 30, il livello di protezione PPD deve essere pari a 15. In tal modo, si garantisce la protezione della pelle in modo efficace e si previene l'insorgenza o il peggioramento delle macchie di melasma.

L'importanza della protezione UVA

Secondo il dottor Lair Ribeiro, ciò che causa il maggior danno alla pelle sono i raggi UVA. Sfortunatamente, la maggior parte dei filtri solari brasiliani protegge solo dai raggi UVB. Cioè, la maggior parte delle persone usa i filtri solari commerciali senza sapere di non essere protetti dai raggi UVA.

I marchi di filtri solari di solito citano nel pacchetto "Protezione UVA / UVB" e subito dopo menzionano qualcosa come "protezione ad ampio spettro". Ciò significa che la protezione UVB è indicata sull'etichetta: SPF 15, 30 o qualsiasi altra, ma per la protezione UVA (che è misurata in PPD), non ci sono informazioni. Pertanto, nella confezione dovrebbe essere scritto il valore di PPD. In molti protettori commercializzati all'estero (in particolare gli asiatici), questa informazione è sempre indicata.

Consigli di protezione solare con protezione UVA e UVB

La maggior parte dei protettori che troviamo nelle farmacie e nei supermercati sono scritti sulla confezione con protezione UVA e UVB, ma cita solo il valore dell'FPS e non del PPD, quindi è difficile sapere se si dispone o meno della protezione UVA. Penso che se si dispone della protezione UVA, dovrebbe essere obbligatorio informare il valore del PPD nella confezione.

Ho separato alcuni protettori, che anche se non ho informazioni PPD sulla confezione, lo stesso produttore riporta questo valore (tramite il sito web o altri materiali di riferimento).

E tu, di solito controlla queste informazioni prima di acquistare la tua crema solare?

Un promemoria: sebbene il sole acceleri il processo di invecchiamento e aumenti l'incidenza del cancro della pelle, è indispensabile per la nostra salute e l'assorbimento della vitamina D. La chiave non è esagerare.