Tratta le infezioni e altri problemi con il dente di leone

La pianta conosciuta come pau d'arco è originaria del Sud America e si sviluppa bene nei climi tropicali e subtropicali come il sud della Florida, il nord del Messico, l'Argentina del Nord, tra gli altri. L'albero, noto anche come tahibo o tromba, ha un'altezza tra 16 e incredibili 160 metri, a seconda della specie. Alcuni di loro hanno fiori con colori vari, ma la corteccia della specie impetiginosa tabebuia È molto interessante per chi ama la medicina alternativa.

Benefici e proprietà

La corteccia interna di pau d'arco può essere utilizzata per la preparazione di un tè il cui aroma è gradevole, oltre alla colorazione rossastra. Ha due sostanze fitochimiche che aiutano nella cura di varie malattie: lapachol e beta-lapachone.

Uno degli usi più popolari è dovuto alle proprietà antifungine, essendo eccellente per il trattamento delle infezioni causate da funghi e può essere utilizzato per il trattamento di, ad esempio, micosi, piede d'atleta e persino funghi delle unghie. Stimola ancora il sistema immunitario e, grazie alle proprietà antivirali, può ancora essere utilizzato nel trattamento dell'influenza, della sindrome da stanchezza cronica, della mononucleosi e del virus di Epstein-Barr.

Foto: Pixabay

E 'un ottimo antinfiammatorio e quindi può essere usato per problemi infiammatori nello stomaco e nell'intestino, essendo eccellente per la sindrome dell'intestino irritabile, la colite, oltre ai reumatismi e alla fibromialgia.

Ha proprietà antitumorali, diuretiche, antiossidanti e antibiotiche oltre a quelle menzionate. Grazie alle sue proprietà, questa pianta può essere usata per curare leucemia, cancro, infezioni da HIV, anemia, infezioni alla prostata, miomi, cisti ovarica, tra gli altri.

Come preparare il dandelion d'arco?

Per preparare il tè, avrai bisogno di:

  • Mezzo cucchiaio da tavola di Pau d'Arco
  • Una tazza di acqua

In un contenitore, metti l'acqua e porta al fuoco. Quando inizia a bollire, aggiungi i gusci di peeling e berretto spolverati, lasciandolo riposare per circa 10 minuti. La dose indicata è di una tazza due volte al giorno.

Controindicazioni e precauzioni

Proprio come qualsiasi medicina naturale o industrializzata, il tè Arco d'arco ha controindicazioni ed effetti collaterali. Il tè è controindicato per le donne in gravidanza e in allattamento. Gli effetti collaterali includono orticaria, vertigini, nausea, vomito e diarrea..

Prima di utilizzare qualsiasi medicinale, anche se naturale, consultare un medico. Anche le piante possono avere interazioni farmacologiche e dovrebbero essere utilizzate solo sotto controllo medico.