Tutto quello che vuoi sapere sulla micropigmentazione paramedica

il Micropigmentazione paramedica è una tecnica utilizzata da alcuni professionisti specializzati per il camuffamento di cicatrici accidentali, polveri chirurgiche o patologiche. Attraverso questa tecnica è in grado di ricostruire parzialmente o totalmente l'area interessata dalla cicatrice. In effetti, la micropigmentazione paramedica ricorda da vicino un tatuaggio.
Quando sentiamo parlare di tatuaggi, la prima cosa che viene nella nostra testa sono alcuni disegni del nostro corpo, con funzione decorativa o persino omaggio a qualche persona che è o era importante nella nostra vita. Tuttavia, la tecnica della micropigmentazione paramedica, anche con la stessa tecnica del tatuaggio, aiuta le persone a riguadagnare la propria autostima quando hanno macchie, cicatrici o anche qualche segno indesiderato sui loro corpi.
Vedi anche - Micropigmentazione delle sopracciglia: impara come avere un occhio sorprendente
In questo testo vedremo un po 'di ciò che questa tecnica è e come può trasformare la vita di molte persone.

Scopo della micropigmentazione paramedica

Come dice il proverbio: "la prima impressione è quella che rimane". Quando hai una cicatrice, una macchia o una voglia, l'impressione che ottieni non è sempre buona agli occhi di chi ti guarda. Il pregiudizio è ancora molto grande quando vediamo per strada una persona con qualche disabilità o cicatrice che influenza la sua immagine. Per coloro che hanno una tale cicatrice, il problema è molto più grande, perché la loro autostima è fortemente scossa vivendo con un tale problema.
La micropigmentazione paramedica ha proprio lo scopo di minimizzare questi problemi, attraverso tecniche simili a quelle di un tatuaggio. In realtà è un tipo di tatuaggio, comunque allo scopo di ricostruire l'immagine di una persona che ha cicatrici post operatorie, calvario, vitiligine, ustioni e anche che hanno fatto la rimozione del seno.
Con la micropigmentazione paramedica, questi problemi tendono ad essere ridotti al minimo perché la tecnica nasconde queste cicatrici portando il colore approssimativo al massimo della consistenza e dei colori della pelle del paziente.

Come viene eseguita la procedura di micropigmentazione paramedica??

La procedura di micropigmentazione paramedica è molto simile a quella di un tatuaggio. Con l'uso di aghi e pigmenti vari, il paramedico può introdurre la vernice nel derma del paziente. È anche possibile simulare trame e ombre, creando effetti di volume e profondità, rendendo la micropigmentazione paramedica che lascia il paziente con la parte del corpo il più reale possibile prima di subire l'incidente.
Vedi anche - Cosa fare per ottenere le occhiaie? Conoscere il metodo degli aghi magici

Per quanto tempo viene eseguita la procedura di micropigmentazione paramedica?

La procedura, dall'inizio alla fine, ha una durata equivalente al tipo di lavoro da svolgere e alla dimensione della regione da lavorare.
Nelle piccole regioni, il tempo medio impiegato per completare la procedura dura circa due ore.
In casi leggermente più complicati o anche in regioni più sensibili, è necessario applicare l'anestesia locale in modo che la penetrazione dell'ago nella pelle del paziente non si avverta. In alcuni casi è anche necessario effettuare regolazioni della micropigmentazione, dato che solitamente si trovano in luoghi che non hanno molta esposizione al sole.

In quali casi è indicata la micropigmentazione paramedica?

Sfortunatamente nella società in cui viviamo, l'aspetto è molto più apprezzato del carattere della persona. Con questo, cicatrici e macchie sul corpo fanno sentire la persona con autostima negativa. Per questo motivo, le persone con questo tipo di problema ricorrono sempre più alla micropigmentazione paramedica perché questo li fa sentire più a loro agio con il proprio corpo, soprattutto se l'area da trattare deve essere esposta a altre persone per una ragione o l'altra.
Generalmente, la micropigmentazione paramedica è raccomandata dal medico del paziente che, dopo aver effettuato una valutazione con lo specialista, può indicare se la tecnica è fattibile o non deve essere eseguita.
Vedi anche - Tatuaggio per coprire le smagliature: il metodo che ha conquistato le celebrità
In caso di difetti alle sopracciglia, alla bocca, agli occhi e alle ustioni su viso, braccia e gambe, la procedura viene eseguita con più cautela poiché questi luoghi soffrono di esposizione al sole e, di conseguenza, potrebbe essere necessario effettuare ritocchi frequenti.
Con il dermografo (strumento utilizzato per la micropigmentazione paramedica), il professionista applica pigmenti nell'area desiderata disegnando fili di filo delicati o creando contorni precisi, identici a quelli che il paziente possedeva prima dell'incidente.

Perché scegliere la micropigmentazione paramedica e non una chirurgia plastica?

Sappiamo che ci sono interventi di riparazione di plastica che hanno anche lo scopo di mascherare macchie e cicatrici, ma l'uso dello stesso oltre ad essere molto più costoso, richiede anche più tempo e pone dei rischi al paziente.
L'uso della micropigmentazione paramedicale nella correzione di questi problemi è molto più economico dal punto di vista finanziario, inoltre, ha dei rischi minori quando viene eseguito, perché non ci sono tagli e, molto meno l'uso di strumenti aggressivi.
Per le donne che hanno il cancro al seno e lo stesso deve essere ritirato, fa sì che la loro autostima sia laggiù, perché ha nella testa che ha perso parte della sua femminilità. Sebbene lo stesso sia sottoposto ad un impianto di silicone, il design dell'alone e del capezzolo non ritornano con questo intervento chirurgico.
Vedi anche - Sopracciglio definito: capire la tecnica che mette in evidenza gli occhi
Già con la micropigmentazione paramedica, puoi allearti con l'impianto in silicone e rendere il disegno dell'aureola e del capezzolo in un modo più reale a quello del paziente. Questo fa sì che la donna abbia una vita leggermente più sana e le dia una seconda possibilità di amare se stessa.
In generale, i medici stessi optano per questa tecnica perché è più efficace e offre meno traumi ai loro pazienti.
Proprio come eseguire un tatuaggio tradizionale, l'esecuzione della micropigmentazione paramedica richiede alcune cure speciali in modo che tutto vada per il meglio. Dopo aver eseguito la procedura, evitare di graffiare e strofinare la regione, così come nuotare in piscine con un'alta concentrazione di cloro o di bagnarsi troppo a lungo con acqua eccessivamente calda. Questo perché la regione è già naturalmente sensibile e, con la realizzazione della tecnica, la rende ancora più sensibile.
Quando scegli di eseguire la micropigmentazione paramedica, chiedi a tutti i tuoi dubbi con il tuo medico prima che la procedura venga eseguita nel miglior modo possibile.